Chi siamo

Università di Modena e Reggio Emilia - UNIMORE

Prof.ssa Elisa Martinelli
Dipartimento di Economia Marco Biagi

Professore associato di Economia e Gestione delle Imprese presso il Dipartimento di Economia “Marco Biagi”, presidente del corso di Laurea Magistrale in International Management. La sua attività di ricerca riguarda principalmente i comportamenti  d’acquisto della clientela – business e consumer – il tema della brand equity, del retail, dei prodotti tipici e dell’effetto Paese d’origine.
E’ responsabile scientifico del progetto di ricerca, di cui cura in particolare gli aspetti legati alle performance d’impresa, alla gestione dei canali distributivi e alle strategie di branding.

Prof. Emiro Endrighi
Dipartimento di Scienze della Vita

Professore associato di Economia dell’azienda agroalimentare presso il Dipartimento di Scienze della Vita. Si occupa di sviluppo rurale e di economia agroalimentare. E’ direttore della Scuola di Alta Formazione per l’Appennino.

E’ coordinatore delle diverse attività del progetto di ricerca nonché responsabile della comunicazione di progetto.

Prof. Emilio Stefani
Dipartimento di Scienze della Vita

Professore associato di Patologia Vegetale presso il Dipartimento di Scienze della Vita. Riveste la qualifica di esperto in materie fitosanitarie presso la Commissione Europea, con  particolare riferimento alle avversità della patata. Attualmente si occupa di ricerca e sviluppo di strategie innovative nella lotta ai patogeni delle colture, con particolare riferimento all’uso di microrganismi benefici antagonisti di funghi e batteri fitopatogeni. Nell’ambito del progetto, si occupa dello studio delle modalità di applicazione di microrganismi benefici per aumentare la produttività della coltura e diminuire l’uso di fitofarmaci e concimi chimici.

Prof. Enrico Francia
Dipartimento di Scienze della Vita

Professore associato di Agronomia e coltivazioni erbacee presso il Dipartimento di Scienze della Vita.
Coordina il gruppo di ricerca ‘Crop Production’ che da tempo si occupa di caratterizzare e valorizzare la biodiversità delle specie erbacee di interesse agrario. Applica approcci innovativi per lo sviluppo di buone pratiche agricole di coltivazione in specie orticole (zucchino, pomodoro, patata) mediante l’uso di biofertilizzanti e per preservare l’identità di prodotto tramite metodiche di tracciabilità molecolare (basate sul DNA).

Dott.ssa Justyna Anna Milc
Dipartimento di Scienze della Vita

Tecnico laureato presso il Dipartimento Scienze della Vita e Il Centro Interdipartimentale BIOGEST-SITEIA.
Membro del gruppo di ricerca ‘Crop Production’ che da tempo si occupa di caratterizzare/valorizzare la biodiversità delle specie erbacee di interesse agrario. Applica approcci molecolari basati sul DNA/RNA allo studio di biodiversità e tracciabilità e la selezione delle specie erbacee e orticole (zucchino, pomodoro, patata).

Dott.ssa Federica Caradonia
Dipartimento di Scienze della Vita

Ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Innovative and environment-friendly practices for processing tomato production.
Si occupa di agricoltura biologica e sostenibilità integrata delle produzioni vegetali, seguendo sperimentazioni di campo e di laboratorio che integrano le scienze agrarie applicate e la fisiologia delle colture con approcci biotecnologici innovativi.
Nell’abito del progetto si occupa della predisposizione delle prove di campo e di serra valutando l’efficacia di sostanze e microrganismi ad azione biostimolante.

Dott.ssa Francesca De Canio
Dipartimento di Economia Marco Biagi

Assegnista di ricerca in Marketing e Retail presso il Dipartimento di Economia “Marco Biagi”, ha un dottorato di ricerca in Economia e Management dell’Innovazione e della Sostenibilità.
Si occupa di analisi di mercato, canali distributivi e scelte di acquisto dei consumatori. Nell’ambito del progetto di ricerca si occupa della valorizzazione della filiera produttiva, della comunicazione istituzionale e della creazione di sinergie per lo sviluppo del food tourism locale.

AZ. AGRICOLA IL PALAZZINO di Mario Milani

Il Palazzino avvia la propria attività nel ’96 attraverso il recupero di terreni dismessi da coltivazioni da molti anni.  E’ localizzata a 800 mt/slm, aspetto che fregia i suoi prodotti con il marchio Prodotto di Montagna.
Coltiva, con metodo biologico, patate (le classiche di Montese), grano, mele (di varietà antiche), prugne, ciliegie (tipica di Vignola), noci e castagne.
Da qualche anno, inoltre, l’azienda ha investito per dotarsi di un macchinario per il confezionamento delle patate in vert-bag da 2kg, portandola ad essere presente sugli scaffali della grande distribuzione organizzata con il prodotto “Patata di Montese”.
Le materie prime sono quotidianamente utilizzate nella cucina del suo agriturismo che offre una cucina a km 0 coniugando la tradizione locale con l’innovazione. E’ inoltre una fattoria didattica – ormai famoso è il suo percorso di raccolta castagne – che che da anni fa divertire e lascia traccia non solo nei bimbi.
Mario e Chiara gestiscono il tutto con l’aiuto di 6 collaboratori, cresciuti con il crescere dell’attività, ormai un’unica famiglia.

AZ. AGRICOLA MONTEFORTE di Baraccani Luciano

L’Azienda Agricola Monteforte è una piccola azienda a conduzione familiare che da oltre cinquant’anni coltiva con passione un prodotto di altissima qualità come la nostra patata di montagna. L’azienda prende il nome da una piccola borgata a oltre 900m di altitudine tra Maserno e Iola nel Comune di Montese, dove tutt’ora sono visibili i resti di un antico castello risalente al Medioevo. La sua produzione si concentra soprattutto sulle qualità storiche come Spunta (a pasta gialla), Kennebec (a pasta bianca) e Desiree (pasta gialla e buccia rossa). Seguendo le orme del suocero Elio, uno dei primi membri produttori del marchio Patata di Montese, Luciano con la moglie e le figlie porta avanti con passione questo progetto, affiancando la sua esperienza alle tecniche più moderne.

AZ. AGRICOLA DANIELE PEROSINO

L’azienda nasce nel 2016 con l’acquisto del podere detto “Castiglione vecchio” nella frazione di Salto nel comune di Montese (MO). L’attività agricola viene condotta con il metodo biologico dal primo giorno, individuando nella patata la coltura più adatta a valorizzare le caratteristiche dei terreni. La sua coltivazione viene alternata a quella del grano e di erbai destinati al pascolo ovino e dell’aglio. Il cambio colturale permette la naturale rigenerazione del terreno.
Pur sperimentando ogni anno l’uso di nuove varietà vengono predilette le tre  storiche di Montese, ottenendo in particolare buoni riscontri nella coltivazione della Desirée.

DINAMICA SOC. CONS. A R.L.

Ente di formazione accreditato dalla Regione Emilia-Romagna.
Per maggiori informazioni consultare il sito: https://www.dinamica-fp.com/index.php

ASSOCIAZIONE PRODUTTORI PATATA DI MONTESE

L’associazione produttori patate di Montese nasce nel 2003 a seguito del riconoscimento da parte della Camera di Commercio di Modena del marchio camerale “Patata di Montese”. Il presidente dell’Associazione è il sindaco pro tempore di Montese ed il vice (operativo) un associato, che fin dalla sua fondazione, è stato il produttore Mario Milani.
L’associazione è cresciuta molto negli anni e dai 18 soci fondatori, essa oggi vanta 64 associati. Gli associati devono rispettare un disciplinare che hanno concordato congiuntamente e che è controllato e certificato dal Cermet. In esso sono definite le varietà colturali, i quantitativi per ettaro, nonché le indicazioni relative ai trattamenti, alla lavorazione, alla conservazione ed alla commercializzazione del prodotto finale.
Gli associati commercializzano le patate direttamente o le conferiscono al centro di raccolta che rifornisce la grande distribuzione. Tutte le nostre patate vengono immesse sul mercato nei sacchetti con il marchio „Patata di Montese“.

Menu